Privacy Policy - Informativa breve

Questo sito utilizza i cookie tecnici e di terze parti per consentire una migliore navigazione. Se si continua a navigare sul presente sito, si accettano i cookie. Continua.

(Per visualizzare l'informativa completa Clicca qui)

Annulla

Vasculopatie e Insufficienza Venosa

gambe leggere

L’insufficienza venosa è un disturbo della circolazione caratterizzato da un ritorno difficoltoso di sangue dalle estremità al cuore. La manifestazione più tipica è la comparsa di vene ingrossate, dilatate e tortuose sulla superficie della pelle delle gambe e di altre parti del corpo.


Cause
La diminuita capacità delle vene di far tornare il sangue al cuore può essere causata da una perdita di elasticità dei vasi o dal cattivo funzionamento delle valvole posizionate al loro interno, indispensabili per contrastare la forza di gravità che si oppone alla risalita del flusso sanguigno dal basso.
Sono considerati fattori di rischio per insufficienza venosa il sovrappeso, l’età avanzata, la gravidanza, la familiarità, la ritenzione idrica, l’uso di contraccettivi ormonali, la stitichezza e lo svolgimento di una professione che fa stare molte ore in piedi e immobili.
Altre condizioni che ostacolano il fisiologico ritorno venoso al cuore, favorendo anche la formazione di trombi, sono l’immobilità a letto, l’ingessatura di una gamba e un’operazione chirurgica agli arti inferiori.


Sintomi comuni
Il segno più classico è la comparsa di vasi bluastri e molli sotto la pelle, sopratutto delle gambe, dovuti al ristagno di sangue.
I sintomi più comuni sono gonfiore (edema) ai piedi e alle caviglie, senso di pesantezza e calore alle gambe, formicolii, crampi, prurito e dolori, soprattutto di notte.
I disturbi tendono a peggiorare nel corso della giornata, quando si sta per parecchio tempo in piedi e nelle giornate calde.
L’ingrossamento delle vene può interessare anche altre parti del corpo, per esempio il plesso anale, con la formazione di emorroidi.
Complicazioni

L’insufficienza venosa può determinare la rottura dei vasi più fragili con la comparsa di macchie bluastre sulla pelle più o meno espanse, vene varicose, emorroidi e flebiti. Nei casi più gravi possono formarsi trombosi venose profonde, molto pericolose.


Le cure
Per migliorare la circolazione venosa ed evitare complicazioni è importante intervenire sui comportamenti e sullo stile di vita, per esempio camminando il più possibile e abolendo il fumo di sigaretta. Soprattutto le persone con predisposizione ereditaria all’insufficienza venosa e le donne in gravidanza dovrebbero indossare abitualmente calze elastiche a compressione graduale. È utile dormire con le gambe sollevate di una decina di centimetri, fare una breve passeggiata durante i viaggi più lunghi in auto e in aereo, alzarsi spesso sulle punte dei piedi. Può dare sollievo anche avvolgere le gambe con bendaggi elastici (eseguiti da un esperto) per impedire alle vene di dilatarsi. L’impiego di farmaci vasoprotettori, naturali o sintetici, sono utili per rinforzare l’elasticità dei vasi e ridurre il gonfiore alle gambe. Tra le piante medicinali che svolgono tale attività sono da segnalare la centella asiatica, la vite rossa, il pungitopo e il mirtillo. Le varici causate dall’insufficienza venosa possono essere trattate chirurgicamente con l’iniezione nel vaso di una sostanza irritante (terapia sclerosante) o lo sfilamento della vena.

 

Un ruolo di primo piano può essere giocato anche dalle cure termali con acqua salsobromoiodica con il Ciclo Termale per le Vasculopatie:


Ciclo di cura termale per postumi di flebopatia di tipo cronico; insufficienza venosa cronica; varici arti inferiori; vasculopatia cronica.
Si prescrive il ciclo per le vasculopatie periferiche che prevede 12 bagni con ozono o idro + doppler + ECG + esami laboratorio

La balneoterapia salsobromoiodica e` indicata in tutti i processi infiammatori cronici che riguardano l’apparato osteoarticolare, ginecologico e del circolo periferico venoso. Associato all’idromassaggio, migliora la circolazione venosa;

Il bagno termale si effettua in apposite vasche di porcellana (oppure in vetroresina) adatte a mantenere il calore, con una capienza di circa 250 litri. L’acqua minerale viene usata a concentrazioni progressive partendo da 3-4° Baume´ fino a 10, aumentando, in genere, ogni 2 giorni di 1 grado Baume´, alla temperatura di circa 37 gradi centigradi (35-36° valori minimi; 37,5° massimi). La durata del bagno varia dai 15’ ai 20’.

Bagno con Idromassaggio, si tratta di un bagno in cui e` stato installato un apparecchio che produce un flusso continuo di acqua salsobromoiodica a pressione e a direzione regolabili. E’ molto utile nei casi di disturbi del circolo periferico, nei postumi di fratture e soprattutto nei flebopatici.


MODALITA` DI PRESCRIZIONE
 
BAGNI SALSOIODICI
uno al giorno alla temperatura di 36° - 37o C; densita` iniziale 3° - 4o Be´, per arrivare, negli ultimi giorni, fino a 10o Be´. Ciclo consigliato per 12 sedute.

BAGNI DI ACQUA MADRE
20 litri di Acqua Madre a 28° Be´ in 140 litri di acqua calda (densita` media 3,5° Be´ – temperatura 36-37° C)

IDROTERAPIA VASCOLARE
Sono costituiti da camminamenti contigui con acqua termale a 3-4° Be´ e con temperature differenziate: calda a 33° C e fredda a 23° C. L’alternanza di acqua calda e fredda e gli idromassaggi posizionati sul fondo dei percorsi e ai lati, ad altezze diverse, agiscono sulla circolazione periferica producendo un’immediata sensazione di leggerezza e benessere alle gambe, grazie anche all’azione dell’acqua termale. Sono indicati per chi soffre di varici agli arti inferiori, linfedemi, postumi di flebopatie di tipo cronico, edema e pesantezza alle gambe, ma anche per teleangectasie o come prevenzione e cura nei soggetti che svolgono attivita` lavorativa ortostatica. Sono indicati anche per tutti coloro che, pur non accusando particolari fastidi, intendono eseguire un buon esercizio per la salute del proprio organismo.

 

CHECK UP VASCOLARE
Alle Terme Zoja proponiamo anche uno specifico Check Up Vascolare per verificare lo stato di salute del sistema circolatorio. Trovi tutte le informazioni su ---> questa pagina

Glossario

  • Cure Termali

    Le cure termali che si eseguono con le acque di Salsomaggiore e con le acque di Tabiano sono veramente numerose, poiché tali acque sono indicate in molti disturbi di carattere cronico delle ossa, dei muscoli, delle vie respiratorie, della bocca, della pelle e dell’apparato vascolare e ginecologico.

  • Acqua Salsobromoiodica

    A Salsomaggiore le acque termali salsobromoiodiche, uniche in natura per la loro ricchezza di sali minerali (150gr/litro), quali il cloruro di sodio, lo iodio e il bromo. Cinque volte più salate del Mar Mediterraneo, agiscono come un “farmaco” naturale per la loro proprietà antinfiammatorie, analgesiche e riparatrici sul nostro organismo.

  • Acqua Madre

    L’Acqua Madre(AM) è un nostro prodotto esclusivo e si ottiene per concentrazione dell’acqua salsobromoiodica, effettuato per ridurre la presenza del cloruro di sodio nell’acqua termale per un suo più appropriato utilizzo nelle cure inalatorie, nelle irrigazioni e aerosol vaginali. Le Terme di Salsomaggiore sono le uniche in Italia ad utilizzarla e a personalizzare diversi trattamenti termali con 3 tipologie di acque: ’Acqua Madre, l’Acqua Madre decalcificata e l’Acqua Madre deferrizzata.

  • Idroterapia

    I Centri di idroterapia completano l’offerta curativa e di benessere delle Terme. Dotati, sia a Salsomaggiore che a Tabiano, di piscina termale attrezzata come palestra in acqua, camminamenti per percorsi vascolari sono consigliati a tutti coloro che soffrono di disturbi vascolari, ortopedici, traumatologici e reumatologici. L'attività riabilitativa in acqua termale, salsobromoiodica o solfurea, è rivolta anche al miglior recupero della forma fisica dopo un evento traumatico.

  • Terme Zoja

    Alle Terme Zoja si effettuano le cure termali a base di bagni e fanghi termali e anche a numerose visite specialistiche: fisiatrica, ortopedica, otorinolaringoiatrica, pneumologica, ginecologica, neurologica, cardiologica, angiologica e flebologica, oculistica, dermatologica, etc. per un check up di benessere completo. E’ disponibile anche un centro di Idroterapia con piscina riabilitativa e percorsi vascolari, il Centro Inalatorio Pediatrico e il Centro di Igiene della bocca.

Condividi articolo:

© Terme di Salsomaggiore e di Tabiano Srl
REA PC 183700 - C. F. / P. IVA 01690800337
Capitale sociale € 1.000.000,00